Le linee sono aperte dalle 9 alle 20 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 6580 Chatta con noi

Acne

Filtra La Tua Selezione

Stai cercando una soluzione per combattere il fastidioso problema dell'acne, un'infiammazione delle ghiandole polisebacee alquanto noiosa? I nostri esperti di Lé Luna hanno selezionato solo i prodotti delle migliori marche per aiutarti a farlo. Scopri subito la vasta gamma di prodotti pensati per te e scegli quello più adatto alle tue specifiche esigenze.
Stai cercando una soluzione per combattere il fastidioso problema dell'acne, un'infiammazione delle ghiandole polisebacee alquanto noiosa? I nostri esperti di Lé Luna hanno selezionato solo i prodotti delle migliori marche per aiutarti a farlo. Scopri subito la vasta gamma di prodotti pensati per te e scegli quello più adatto alle tue specifiche esigenze.
Vedi come
Ordina per
Dermaroller 3 in 1 Eco Masters Più informazioni
39,95€    In magazzino

 

Aggiungi al Carrello
Örtte Teatox Body Scrub Acne Örtte Più informazioni
19,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 30%

Aggiungi al Carrello
Skin Doctors Zit Zapper ™ Stick Anti Brufoli Skin Doctors Più informazioni
18,99€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 10%

Aggiungi al Carrello
ClearPores – Crema Brufoli Corpo Leading Edge Health Più informazioni
40,99€    In magazzino

 

Aggiungi al Carrello
Skin Doctors T-Zone No More Oil | Crema Viso Senza Parabeni Skin Doctors Più informazioni
34,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 10%

Aggiungi al Carrello
Skin Doctors T-Zone Cleanser | Detergente Viso Schiumoso Skin Doctors Più informazioni
18,45€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 10%

Aggiungi al Carrello
ClearPores – Pulizia Viso   Più informazioni
24,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 25%

Aggiungi al Carrello
Makari Acnyl™ Sapone allo Zolfo Makari Più informazioni
18,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 10%

Aggiungi al Carrello
ClearPores – Crema Brufoli Viso   Più informazioni
24,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 25%

Aggiungi al Carrello
Makari Clear Acnyl Crema Makari Più informazioni
53,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 10%

Aggiungi al Carrello
Sapone Makari Exclusive | Sapone esfoliante per macchie cutanee 200 g Makari Più informazioni
26,95€    In magazzino

Puoi risparmiare fino al 10%

Aggiungi al Carrello

Che cos’è l’acne?

L’acne è un disturbo che colpisce la cute prevalentemente in età adolescenziale (in tale periodo è nota come acne giovanile), ma può comparire anche dopo i 30 anni. Questa patologia è caratterizzata dalla presenza di comedoni, pustole, ascessi e cicatrici. Questa dermatosi infiammatoria scompare solitamente da sola, però, se non curata, rischia di segnare la pelle con profonde cicatrici. L’acne può provocare anche disturbi psicologici, soprattutto nei giovani, poiché colpisce in particolar modo la pelle del viso.

In particolare, l’acne è una malattia della pelle che ha come caratteristica la comparsa di un processo infiammatorio che interessa il follicolo pilifero, una minuscola cavità che si trova nel derma da cui origina il pelo, e la relativa ghiandola sebacea, che è localizzata prevalentemente sul volto. La ghiandola sebacea fuoriesce nella parte superiore del follicolo pilifero e lubrifica il pelo grazie al sebo. Il processo infiammatorio porta alla formazione di un piccolo rilievo cutaneo, di colore bianco giallastro, circondato da cute arrossata e contenente pus a secreto sebaceo (pustola). Le infezioni acneiche sono malattie benigne, che tuttavia possono provocare gravi alterazioni estetiche, tali da indurre nei soggetti affetti veri e propri conflitti psicologici. Le manifestazioni, spesso vistose, il decorso cronico, con alternanza di miglioramenti e peggioramenti anche dopo cure opportune, costituiscono fonte di preoccupazione non indifferente per le persone affette. L’acne colpisce tipicamente soggetti con età compresa tra i 13 e i 20 anni e interessa soprattutto il viso, guance, fronte, mento e scollatura, ma anche dorso e regione pettorale del torace.

Quando compare l'acne?

Pensare che i brufoli facciano capolino soltanto tra gli adolescenti e che quindi il problema sia solamente l’acne giovanile è sbagliato. Un numero sempre maggiore di adulti, soprattutto donne, deve fare i conti con questo problema. Però a differenza di quella adolescenziale, l'acne matura si presenta soltanto sul volto, in particolare sul mento, mascella, intorno alla bocca, ma non per questo è meno fastidiosa. I responsabili sono sempre loro: gli ormoni androgeni. Non è un caso che tra gli effetti collaterali, in questo caso positivi, di alcune formulazioni delle pillole anticoncezionali sia annoverata proprio la scomparsa dell'acne: durante il ciclo mestruale possono verificarsi sbalzi ormonali che favoriscono il brufolo. Normalizzarli, con la pillola, significa dire addio a punti neri e foruncoli, essedo essa un ottimo rimedio contro i brufoli.

Come si manifesta l'acne?

  • La Fase Iniziale dell'acne
  • Questa fase è causata dall'occlusione, operata da veri e propri tappi chiamati comedoni, degli sbocchi di uscita delle ghiandole sebacee. Si forma, quindi, un rilievo cutaneo dato dal gonfiore sottostante, dovuto alla secrezione sebacea che non ha più la possibilità di scaricarsi all’esterno. Questa otturazione è causata dalla produzione eccessiva di sebo da parte della ghiandola, sotto gli influssi ormonali.

  • La Seconda Fase dell'acne
  • La seconda fase dell'acne è chiamata infiammatoria nella quale viene a crearsi una infiammazione locale accentuata. Nell’acne, non si forma il classico brufolo, ma vi è una moltiplicazione quantitativa del processo infiammatorio. La pelle si riempie di foruncoli gialli, in gergo chiamati pustole, determinati da colonie di batteri della pelle, che infettano le parti occluse dei dotti escretori sebacei.

  • La Terza Fase dell'acne
  • La terza fase dell'acne viene chiamata nodulo cistica. Si possono formare dei noduli, indurimento delle pustole, che lasciano in seguito le cicatrici.

Quali sono le cause dell’acne?

Determinare le cause dell’acne non è semplice. A provocare l'acne è un insieme di fattori genetici, ormonali e comportamentali sbagliati. Quando le ghiandole che producono il sebo, sostanza oleosa che forma una pellicola protettiva sulla pelle, lavorano troppo, si formano accumuli nei canali che lo portano all'esterno. Intrappolato sotto la pelle, il sebo dà origine al punto nero. A complicare tutto sono i batteri che in tali condizioni trovano un ambiente adatto alla riproduzione; sono loro a provocare l'infiammazione. Oltre agli ormoni androgeni, testosterone in primis, ad influenzare l'insorgenza dell'acne possono essere anche l'esposizione prolungata al sole, un eccesso di umidità ambientale, lo stress, l'ansia e l'uso di cosmetici oleosi. Fondamentale è quindi usare cosmetici idonei, evitare di toccare la pelle del viso ed esporsi al sole con intelligenza.

Quali sono i sintomi dell'acne?

Di solito l’acne esordisce poco prima della pubertà, con comparsa di seborrea sul volto, dovuta all’aumento della secrezione sebacea. Il sebo (costituito in massima parte da cellule degenerate ricchissime di grasso), rappresenta il prodotto delle ghiandole sebacee. Queste ghiandole sono sparse per tutto il corpo, escluso il palmo delle mani e le piante dei piedi, e il loro canale di sfogo sono i follicoli, cioè quelle introflessioni dell’epidermide che accolgono le radici dei peli. All’incremento della secrezione di sebo (in particolari condizioni e prevalentemente nella pubertà e nella menopausa) si deve l’aspetto tipico della cute del paziente, i cui pori appaiono dilatati.

All’interno dei follicoli piliferi non vi è però solo accumulo di materiale sebaceo, ma pure di lamelle cornee prodotte da un vero e proprio processo di cheratinizzazione di tipo epidermico. Si viene così a formare il comedone, visibile sulla pelle come un punto nero dalla grossezza di una capocchia di spillo tanto che, spremendo il follicolo, si vede il comedone sollevarsi e fuoriuscire come un filastro giallastro simile a un vermiciattolo. Esso è costituito da sebo, avvolto da cellule cornee. La sua osservazione al microscopio può individuare la presenza di numerosi batteri e funghi.

Le manifestazioni acneiche di tipo infiammatorio si presentano inizialmente con lesioni eritemato-papulose di piccole dimensioni. Se il processo flogistico è particolarmente intenso, si può avere la distruzione, con colliquazione, del follicolo e del suo contenuto: si formano così pustole giallastre che possono rompersi o essiccarsi, lasciando il posto a croste, cadute le quali, residuano piccole cicatrici dapprima rosee, poi bianche. Per le cicatrici causate dall'acne il rimedio in commercio è Skin Doctors Gamma Hydroxy™. Nei soggetti affetti da acne si possono ritrovare, in alcuni casi, lesioni più gravi rispetto alle precedenti. Il processo può portare ad ascessualizzazione con formazione di pustole, ulcerazioni e, infine, cicatrici.

L’Acne Rosacea: che cos’è?

L’acne rosacea è una malattia cronica, pertanto raramente si riesce a sconfiggerla in maniera definitiva. Può essere tenuta sotto controllo con farmaci specifici e soluzioni a composizione naturale.

Tra i sintomi principali che si manifestano quando si è colpiti da acne rosacea troviamo arrossamenti del viso, comparsa di papule o pustole e la dilatazione di piccole vasi sanguigni su guance e naso. E' di fondamentale importanza limitare l'esposizione a quei fattori che causano irritazione e stress psicofisico, così come bisogna evitare tutto ciò che provoca un'eccessiva vasodilatazione, vale a dire fonti di calore, sbalzi di temperatura, alimenti speziati, bevande alcoliche o calde. E' essenziale, inoltre, proteggere la pelle dal sole con prodotti specifici lenitivi e non aggressivi, perché la pelle affetta da acne rosacea è particolarmente delicata. Per la stessa ragione è bene anche utilizzare, nella pulizia quotidiana, piccole quantità di detergenti leggeri, cioè non ricchi in tensioattivi, diluiti in acqua tiepida.

L’acne rosacea può dare origine a problemi di tipo psicologico anche gravi, come per esempio ansia, depressione e difficoltà nella relazione quotidiana con le altre persone. Per questo è importante non banalizzare mai il disturbo e trovare la risposta più adeguata per risolverlo.

Acne giovanile: che cos’è?

L’acne giovanile è un tipo di acne molto comune e tra le più frequenti. Colpisce durante l’età della pubertà, generalmente tra i 12 e i 18 anni. Tuttavia, questo problema può continuare ad essere presente anche durante l’età adulta.

Il problema principale dell’ace giovanile risiede nell’aspetto estetico, non essendo una patologia dannosa sull’organismo. L’aspetto e l’autostima sono molto importanti nella vita di un adolescente, per questo è bene sapere di cosa si tratta e capire i metodi migliori e meno invasivi per sbarazzarsene.

Le cause principali di questo problema sono tendenzialmente tre:

  • Fattori genetici: se i propri genitori hanno sofferto di acne in passato, questo potrebbe essere una risposta al perché si è affetti da questo disturbo. Una pelle particolarmente grassa potrebbe essere ereditata.
  • Lo stress: questo disturbo può accentuarsi e manifestarsi nei periodi di maggiori pensieri e tensioni. Inoltre, si potrebbe attivare un meccanismo di circolo vizioso, in quanto l’acne procura stress a livello sociale.
  • Fattori dietetici: avere una dieta non corretta e troppo ricca di grassi, zuccheri, alcolici e latticini ha una reazione negativa direttamente sulle ghiandole sebacee.

Quali sono le terapie per la cura dell'acne?

Esistono varie modalità di cura ispirate a combattere i molteplici fattori che possono produrre la manifestazione dell’acne e a porre rimedio contro i brufoli. I rimedi, ovviamente sono differenti a seconda si tratti di acne giovanile o acne rosacea. Dopo un'analisi accurata dei prodotti in commercio consigliamo una serie di trattamenti testati dermatologicamente per la cura di questi inestetismi.

Già a partire dall'adolescenza bisognerebbe prendersi cura della nostra pelle applicando creme cosmetiche e utilizzando detergenti adeguati. Tutto ciò fa parte della routine legato al benessere psicofisico di ognuno di noi. Un rito che fa bene alla pelle, ma fa bene anche alla psiche, perché avere cura di sé stessi significa aumentare l'autostima personale, facilitare le relazioni con le altre persone e mantiene alla larga la depressione. Sono proprio gli adolescenti coloro che devono prestare più attenzione alla cura del viso perché attraversano una fase di transazione ormonale. Infatti, il detergente deve svolgere un ruolo di bilanciere, soprattutto in presenza di iperseborrea, cioè un'eccessiva produzione di sebo.

Nella lotta contro i brufoli vale il principio che, prima si interviene, meglio è. Il primo stadio della vita di un brufolo è il punto nero o comedone: è in questa fase che bisogna concentrare gli sforzi. Trovare un rimedi naturale contro i brufoli è il metodo più indicato ed efficace che si possa provare. E’ necessario, quindi, avere uno stile di vita sano, nutrirsi correttamente, non fumare e utilizzare prodotti per la pulizia del viso contenenti ingredienti naturali e non chimici e aggressivi.

La sera è il momento più importante per la pelle del viso e l'idea che qualcuno o qualcosa lavori per noi mentre dormiamo, probabilmente, ci dà quel senso di compiacimento e soddisfazione che, già di per sé, apporta benessere. Alla sera si può scegliere tra emulsioni, creme o fluidi contenenti principi ristrutturanti e riprogrammatori del derma (retinolo, alfa idrossiacidi, antiossidanti), oppure, maschere a strappo con acido piruvico a effetto peeling anti-age. In caso di problemi specifici come acne e invecchiamento cutaneo, si può ricorrere a prodotti specifici, come ad esempio Skin Doctors Zit Zapper™.

Iscriviti alla nostra newsletter